Appicca il fuoco ad un asilo di Cicciano, un 15enne di Avella. «Odio la scuola, non mi hanno mai trattato bene» dice ai carabinieri, aggiungendo: «Volevo vedere i vigili mentre spengono l’incendio». Si è fatto trovare davanti all’asilo mentre bruciava, voleva assistere alla sua opera. Ed aveva con sè ancora l’accendino. Un danno economico di almeno 50, 60mila euro.
Il 15enne, piromane, alto più di un metro e 80, aveva fatto la stessa cosa a Nola, appiccando il fuoco ad un’aula dell’istituto professionale “Leone-Nobile”. Anche in quel caso venne identificato dai Carabinieri ed accusato di incendio ad istituto pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui