Connect with us

Jobs Act ovvero “contratto a tutele crescenti”, è il “progetto Renzi” per  dare una scossa all’occupazione italiana. E a pagare, come al solito, non sono coloro che ci hanno portato al disastro, bensi le nuove generazioni.
Si è pensato che togliendo tutele al lavoro dei giovani (e non solo), si possa risolvere il problema della disoccupazione.
Questa consueta mancanza assoluta mancanza di rispetto per il futuro, questa cronicità nel rimandare la soluzione dei problemi, sobbarcandoli sempre sulle spalle di chi segue, ci ha portati fin qui, e da qui non ci schioderà.
Nemmeno sfiorato il sistema marcio di clientele, di carriere politiche di dirigenti e funzionari, non obbligati al risultato (Il PRODOTTO) e a produrre lavoro per il lavoro. Ed è proprio questa l’aberrazione Italiana.
Provate a guardarvi intorno: da dove viene il vostro cellulare? il pc? la vostra macchina fotografica? la vostra auto? la vostra Tv? Non facciamo prodotto.
Il vero problema non sono i lavoratori,  bensì chi progetta il lavoro, probabilmente vecchi dirigenti piazzati dalla democrazia cristiana, e avallati dai regimi successivi, resi inamovibili dalle leggi  del lavoro italiane, e lontanissimi da una visione di competitività del prodotto.
Sono quelli che andrebbero messi a tutela crescente in base ai risultati.
Siamo convinti che le aziende vadano amministrate con i numeri, forse è cosi, ma sono soprattutto le idee a portare i numeri da amministrare, altrimenti si amministra un bel zero, e c’è bisogno di sfoltire la forza produttiva.
Non possiamo toccare Mega-pensioni e megastipendi a 6 zeri, frutto di una gestione politica malata, così l’idea che mette daccordo tutto il reparto geriatrico della politica italiana è creare una generazione di schiavi, a “tutela-zero”, forse con l’assenso segreto dei sindacati, che hanno perso totalmente tutte le motivazioni della propria esistenza.
Tutto questo deve assolutamente aprirci gli occhi, soprattutto nella cabina elettorale, su chi ci governa, quali sono i suoi veri intenti, chi muove davvero i fili.
Non ascoltate le parole, guardate i fatti. Renzi appartiene alla “generazione five”, quella che trova le soluzioni nelle parole, creando giri di parole per fottere la gente.
E se  ha trovato lo slogan “contratto a tutele crescenti” possiamo essere certi che si tratta di “contratto a fregature crescenti”.
feliceiovino

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Title

Scienze e Tecnologie1 settimana ago

TEST NUCLEARI : ESPLOSIONI TERRIFICANTI

La bomba atomica è stata sicuramente l’invenzione più devastante dell’uomo. In questo nuovo video ripercorriamo i test che hanno cambiato...

Motori1 settimana ago

Muore Anthoine Hubert in un terribile incidente a Spa

Bruttissimo incidente nella prova di Formula 2 sul circuito di Spa-Francochamps, in Belgio, che ospita il week-end delle auto. L’impatto...

Cinema4 settimane ago

Progetto di sensibilizzazione di Charlize Theron Africa

In onore del decimo anniversario della CTAOP, siamo orgogliosi di condividere un mini-documentario creato dai cineasti Change For Balance. Il...

Parlamento4 settimane ago

Mattarella: “La crisi non è risolta. O si trova una maggioranza, o si va ad elezioni”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato al termine del giro di consultazioni. La crisi di governo non è...

Parlamento4 settimane ago

Crisi di governo, riunione notturna M5S. Di Battista: “Con Di Maio al mille per mille”

Dopo le consultazioni con il presidente della Repubblica al Quirinale, i parlamentari del Movimento 5 Stelle si riuniscono a Montecitorio...

Parlamento4 settimane ago

Crisi, Di Maio: “Condivido post di Di Battista”. Ma è Di Stefano a chiudere a Salvini: “O Pd o voto”

Crisi, Di Maio: “Condivido post di Di Battista”. Ma è Di Stefano a chiudere a Salvini: “O Pd o voto”...

Politica4 settimane ago

Paola Taverna – servizio al Tg3 13/8/2019 ore 20

Paola Taverna intervento aula Senato 20 Agosto 2019 Paola Taverna intervento aula Senato 20 Agosto 2019 Paola Taverna – servizio...

Corruzione4 settimane ago

Report – Intoccabili

Report – Intoccabili 17

Parlamento4 settimane ago

Luigi Di Maio consultazioni con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

GRUPPI PARLAMENTARI “MOVIMENTO 5 STELLE” DEL SENATO DELLA REPUBBLICA E DELLA CAMERA DEI DEPUTATI 49

Corruzione4 settimane ago

L’Italia dei ritardi e degli sprechi, 647 opere mai finite: “Sono costate 4 miliardi di euro”

Quello che i giornalisti “allineati” non vi diranno mai. In Italia, secondo i dati del Ministero delle infrastrutture e dei...

Arte e Spettacolo4 settimane ago

Io e mio padre Paolo Villaggio e Elisabetta Villaggio

Un servizio di Umberto Alezio con Gianluigi Cruoglio – A 42 anni dall’uscita del primo film di Fantozzi al cinema,...

Parlamento1 mese ago

Crisi di governo, Giuseppe Conte parla in Senato: il discorso integrale

Il governo finisce qui, darò le mie dimissioni al presidente Mattarella”. Il discorso integrale del premier Giuseppe Conte davanti all’Aula...

Uncategorized1 mese ago

Conte a Salvini: vicenda russa andava chiarita in Parlamento

“Se tu avessi accettato di venire qui al Senato per riferire sulla vicenda russa, una vicenda che oggettivamente merita di...

Parlamento1 mese ago

Dal vivo Crisi di governo, Conte si dimette: la discussione in Senato

Il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, pronuncia il suo discorso sulla crisi politica nell’aula di Palazzo Madama. In studio, il...

Impegno civile1 mese ago

Un anno di balle. Incontro con Marco Travaglio

Con: Marco Travaglio (direttore Il Fatto Quotidiano) 10

Facebook

Articoli recenti

Categorie

Archivi

Chi è Online

Al momento non ci sono utenti online
Vai alla barra degli strumenti