Connect with us

Liz Wahl, Putin ed il plastico di Bruno Vespa


Con grande stupore oggi mi sono imbattuto nella storia di Liz Wahl la corrispondente del governo Russo di Putin che nel 2014  ha dato le sue dimissioni in diretta in polemica con la politica estera russa in Crimea e Ucraina

Dopo aver dato la notizia dei recenti sviluppi in Ucraina, la presentatrice ha detto: “Sono orgogliosa di essere americana e credo nella diffusione della verità.
Ed è per questo che dopo questa notizia lascerò il mio posto”. Wahl ha poi spiegato come i recenti sviluppi in Ucraina la tocchino da vicino: i suoi nonni erano emigrati negli Stati Uniti dall’Ungheria proprio a causa della repressione sovietica che soffocò nel sangue la rivoluzione in quel paese, nel 1959.
Al clamore suscitato dal gesto è seguita un’intervista al Daily Beast, in cui la Wahl ha dichiarato che: “La pressione del Cremlino su RT non è esplicita ma se si vuole lavorare lì è meglio non esporsi”, confidando anche di essere “pentita di averci lavorato”.

Non sono nuove le accuse ad RT di fare un’informazione troppo filorussa. Il network ha risposto con un comunicato sul proprio sito ufficiale: “Quando un giornalista è in disaccordo con la linea editoriale della sua azienda, il consueto corso delle azioni da compiere è quello di fare delle rimostranze alla dirigenza e, se il contrasto non è componibile, di andarsene da professionista. Ma quando uno da un simile risalto pubblico ad una decisione personale, non è nient’altro che un modo per farsi pubblicità. Ciononostante, auguriamo a Liz la miglior fortuna per il percorso scelto”.
Il gesto di Wahl sembra aver scoperchiato un termitaio di malcontento nelle redazioni estere di RT. Pochi giorni dopo la collega presentatrice Abby Martin, che conduce un programma su RT America, ha tenuto un monologo molto critico: “Volevo dire qualcosa dal profondo del cuore sulla crisi politica in corso in Ucraina e l’occupazione militare russa in Crimea. Il fatto che io lavori qui non significa che non abbia abbastanza indipendenza editoriale da esprimere quanto sia contraria ad ogni interferenza di una potenza negli affari interni di uno stato sovrano. Ciò che ha fatto la Russia è sbagliato.” ha detto la Martin.

Dopo quello sfogo, il direttore della Martin ha dichiarato in un’intervista che l’avrebbe inviata in Crimea “Per darle l’opportunità di formare la sua opinione direttamente dallo scenario degli eventi”. Mentre la rete ha diffuso un comunicato dove sostiene che “La dirigenza rispetta le opinioni della Martin”. Lei ha ribattuto su Twitter, dicendo che non sarebbe andata e risulta ancora impiegata presso RT.

Il gesto di Martin è stato evidentamente ispirato da quello della Wahl, che l’ha sostenuta pubblicamente su Twitter e ora è un esempio per tutti i dipendenti che non condividono la linea editoriale di RT ma non hanno avuto finora il coraggio di esporsi.

liz wahl

Solo un mese fa Reporters sans frontières aveva accusato il network di essere portavoce del Cremlino e Putin di essere “ad un passo dal controllare del tutto l’informazione. Spesso il canale è violentemente anti-americano e sorvola sulle polemiche che riguardano Putin, come quella sui diritti degli omosessuali e sulle Pussy Riot”.

.


Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti

Title

Libri3 settimane ago

Delle cose nascoste sin dalla fondazione del mondo. Renè Girard

“Perché la credenza nel sacro? Perché ovunque riti e divieti, perché non vi è stato un ordine sociale, prima del...

Sport3 settimane ago

Momenti belli ed emotivi nello sport

Greatest Sports Moments – M83 Outro (HD) Beautiful Moments of Respect and Fair Play in Sports 2019 – Faith In...

Curiosità3 settimane ago

I TRUCCHI PIÙ ASSURDI CHE GLI SPORTIVI HANNO USATO PER VINCERE

Per vincere, alcuni sportivi pronti a tutto possono optare per alcune tecniche molto astute che consentono loro di assicurarsi il...

Video Divertenti3 settimane ago

Prova a non ridere, compilation di video fails

I 20 momenti più divertenti e imbarazzanti nello sport 12 Momenti più divertenti dei raccattapalle nello sport I Momenti Più...

Cultura3 settimane ago

Roccarainola: L’appetito vien leggendo di Pasquale Iorio

Inizia, con l’evento “L’appetito vien leggendo”, la stagione 2020 del Museo Civico “Luigi D’Avanzo”. Un incontro divertente con l’autore Pasquale...

Video Blog3 settimane ago

La soluzione della polizia di Mumbai per indurre le persone a smettere di suonare il clacson ai semafori rossi è assolutamente brillante

La polizia di Mumbai e l’interfaccia FCB hanno collaborato per insegnare agli onesti temerari di Mumbai una lezione. Guarda come...

Video Blog4 settimane ago

Psicosi corona virus

Psicosi corona virus 12

Politica4 settimane ago

L’epoca del Presidente, aspiranti veline, ballerine ed ex ministre

ce la possiamo fare 14

Cultura4 settimane ago

“L’appetito vien leggendo”

Una interessante serata culturale in compagnia del Dott. Pasquale Iorio, il food writer che ha dato vita ad un nuovo...

Uncategorized4 settimane ago

Questo video è un test

Questo video è un test 14

Elezioni4 settimane ago

Elezioni Emilia Romagna: Le Dirette

Il voto minuto per minuto. A partire dalle 22.45 la diretta di RepTv per analizzare l’esito delle elezioni Regionali in...

Uncategorized4 settimane ago

Silvio Berlusconi: “Jole Santelli non me l’ha mai data”

Tornano il cabarettista e gli impresentabili «Alla mia sinistra c’è Jole Santelli, la conosco da 26 anni, non me l’ha...

Parlamento4 settimane ago

Il confronto integrale tra Marco Travaglio e Pietro Senaldi sul processo a Salvini

Il confronto integrale tra Marco Travaglio e Pietro Senaldi sul processo a Salvini 15

Parlamento4 settimane ago

‘La mamma, il papà, la famiglia, il parmigiano…’: i valori di Salvini secondo Makkox

45

Cultura1 mese ago

Le tigri e l’agnello di Antonio Forni

Napoli è sconvolta da una serie di oscuri delitti, omicidi all’apparenza senza un nesso fra loro se non quello dell’arma...

Facebook

Categorie

Archivi

Chi è Online

Al momento non ci sono utenti online
Vai alla barra degli strumenti